Cucina e buonumore dopo l’arrivo del bebè

luglio 1, 20170
neo-genitori-1.jpg

Ciao a tutte,

oggi voglio parlarvi dell’importanza che ha avuto la cucina per mio marito e per me da quando è nato nostro figlio. Devo dire che in realtà il cibo ci ha sempre accomunati parecchio perché entrambi, da buoni italiani quali siamo, amiamo la buona cucina.

Non siamo mai stati due grandi chiacchieroni mio marito e io ma devo dire che, da quando stiamo insieme, i momenti di silenzio sono sempre stati scarsi; quando si è fidanzati ci sono sempre tantissime cose da raccontarsi, dopo il matrimonio ci si vede solo la sera e si chiacchiera della propria giornata. Nell’ultimo anno, però, l’arrivo di nostro figlio ha riempito ogni piccolo spazio del tempo libero che ci ritagliavamo: impegnati a tutte le ore del giorno tra lavoro, casa e pannolini sporchi, non trovavamo più nemmeno un momento da dedicare a noi e al nostro dialogo. La sera arrivavamo sempre troppo stanchi e spossati per raccontarci le nostre giornate, crollavamo sul divano a tarda ora e spesso l’unico scambio di opinioni che avevamo riguardava il colore o la consistenza della pupù del nostro bebè.

Sono convinta che il silenzio sia un momento fondamentale per la coppia e che vada valorizzato come tale, senza sentirsi necessariamente in dovere di riempirlo; vorrei poter dire lo stesso della pupù di mio figlio ma, per quanto sia una mamma orgogliosa, non ritengo possa essere un grande valore aggiunto per il rapporto mio e di suo padre. Preferisco di gran lunga che rimanga là, nascosta nel suo pannolino.

Per fortuna, è venuta in nostro soccorso la passione che condividiamo per la cucina.

Mio marito e io abbiamo sempre amato cucinare l’uno per l’altra e stupirci con prelibati manicaretti. Da quando abitiamo insieme, il momento della preparazione dei piatti è diventato ancora più importante per noi e per il nostro benessere di coppia:

In cucina come nella vita siamo l’uno la spalla dell’altro.

vita di coppiaCosì, passato il primo duro periodo dopo la nascita di nostro figlio, ci siamo sforzati, nonostante la stanchezza di fine giornata, di non comprare i cibi già pronti ma di riprendere a farlo insieme. Allora, quasi senza accorgercene, abbiamo ricominciato a dialogare, anche solo per mezz’oretta tra una zucchina, un pentola e un bicchiere di vino; concentrati su quello che stavamo facendo, avevamo ripreso a raccontarci le nostre giornate e anche i momenti di silenzio erano tornati a essere attimi positivi e non pesanti vuoti, segno solo della nostra stanchezza.

Naturalmente poi crollavamo ugualmente sul divano a discutere sulla catarsi della pupù di nostro figlio ma questa, credo, è storia da genitori.

Ovviamente, non pretendo di sostenere che questa sia la medicina universale di tutte le coppie, per curare i momenti di crisi o di maggiore stress. Certo, se cucinare non è una vostra passione, non vi servirà un granché. Il principio però si può applicare a qualsiasi altra attività, un giro in bicicletta o in moto, un aperitivo insieme, giardinaggio, bricolage, insomma tutto ciò che vi accomunava e amavate condividere con il vostro partner durante il tempo libero, prima dell’arrivo del bebè.

Diventare genitori è davvero una grande gioia ma spesso tendiamo a metterci da parte, la vita di coppia passa in secondo piano perché il nuovo arrivato assorbe tutte le nostre energie. È naturale mettere il vostro bambino prima di tutto e sarebbe impossibile agire diversamente soprattutto nel primo periodo. Ricordatevi però che anche voi e il vostro benessere siete importanti, è giusto perciò, dopo i primi mesi di assestamento dedicare dei momenti a noi stessi e alla coppia. Magari all’inizio sarà solo mezz’ora ma credetemi, anche se breve, si tratterà  di un momento in cui penserete solo a voi e vi permetterà di prendere fiato e ricaricare le pile. Se non avete nonni zii o parenti che possono tenervi il bebè per un’oretta, chiedete ad amici o vicini di casa fidati. Vi assicuro che ne guadagnerete anche in buonumore.

Ciao a tutte mammedisperate e buon week-end! ♥♥♥

 

Guarda le mie Ricette

 


Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono marcati *

CommentLuv badge