Cheesecake-allo-yogurt-senza-cottura-1280x853.jpg

luglio 11, 20170

Ciao a tutte,

anche quest’anno, finalmente, sono arrivate le tanto attese vacanze estive e, alla fine di questa settimana, trascorsi cinque lunghissimi giorni di preparativi, valigie e pulizie della casa, alla fine, forse, riusciremo a partire!

Uno degli impegni maggiori nei giorni che precedono la partenza è quello di cercare di svuotare il più possibile frigo e freezer e credetemi, per due persone quali siamo mio marito e io, che conservano ogni tipo di avanzo in mille scatole e cartocci, “perchè non si spreca e non si butta mai via nulla”, questa attività riesce davvero a trasformarsi in un’impresa titanica, da affrontare con parecchio anticipo e meticolosa perizia.

Bene, fatta questa premessa, vi propongo un dolce che ho realizzato con gli avanzi di frigo, freezer e dispensa: una cheesecake senza cottura, che ho decorato con la frutta che avevo in casa (ma potete sbizzarrirvi con qualsiasi tipo di frutta voi vogliate o abbiate a disposizione). Devo confessarvi che non ho assolutamente pesato gli ingredienti perchè, come vi dicevo, ho utilizzato gli avanzi e devo dire che il risultato è stato ottimo ugualmente. Dal momento però che è norma rigida, per chi realizza un dolce, pesare e calibrare bene le dosi degli ingredienti, ho calcolato per voi il peso di ognuno dei componenti di questa torta.

Fatela assaggiare anche ai bambini, la adoreranno!

 

Cheesecake estiva allo yogurt (senza cottura)

 

Tempo di preparazione 

  20 minuti + tempo di raffreddamento

 

Ingredienti 

400 g. di Biscotti Digestive 

125 g. burro ammorbidito 

200 g. di Philadelphia a temperatura ambiente ( per ridurre le calorie usate il Philadelphia light)

250 g di yogurt bianco magro

250 g di panna fresca da montare (non zuccherata)

200 g. di Philadelphia

2 cucchiai di zucchero semolato

1 cucchiaio di miele 

i semi di mezza bacca di vaniglia

8 g. di gelatina in fogli (colla di pesce)  

Preparazione

Preparate la base.

Foderate uno stampo a cerchio apribile di  24 cm con pellicola trasparente ( questo vi aiuterà ad estrarre poi il dolce dallo stampo). 

In un mixer frullate i biscotti con il burro ammorbidito ( io lo metto in una ciotola e lo faccio andare in microonde a 900 W  per 7 – 10 secondi). Vi risulterà un composto simile a sabbia bagnata. Compattatelo con le mani sul fondo della tortiera pressando bene con le nocche e poi livellate con il dorso di un cucchiaio. Fate raffreddare la base almeno un’ora in frigorifero poi procedete con la farcitura.

Montate la panna con lo zucchero e tenetela da parte in frigorifero.

Fate ammollare in acqua i fogli di gelatina per almeno 10 minuti. Strizzateli e metteteli a scaldare in un pentolino per qualche secondo (senza farli bollire). Quando saranno sciolti toglieteli dal fuoco e fateli raffreddare prima di unirli al composto. 

In una ciotola capiente schiacciate il Philadelphia con una forchetta poi unite e amalgamate lo yogurt, il miele i semi di vaniglia e la colla di pesce.  Alla fine aggiungete la panna poco per volta mescolando dal basso verso l’alto.

Tirate fuori dal frigo la base e versateci copra il composto, livellate con un cucchiaio e fate rassodare nello scomparto più freddo del frigo per 1 ora prima di decorarla.

Tagliate la frutta in pezzi e decorate la torta, poi  lucidate con la gelatina ( potete usare il Fruttapec) e riponete nuovamente in frigorifero per almeno altre 3 ore. 

 

Buon appetito a tutte, al prossimo post!


pesche-ripiene-alla-piemontese2.jpg

luglio 3, 20170

Ciao a tutte,

oggi vi voglio proporre la ricetta delle pesche ripiene alla piemontese. Una ricetta che la mia mamma ha rielaborato rispetto all’originale e che dopo mille suppliche, sono riuscita a conquistare (più o meno spontaneamente).

Si tratta di un piatto che si presta benissimo a concludere un pasto, noi le mangiamo spesso come dessert durante i pranzi domenicali.

Accompagnatele, se volete, con una pallina di gelato, al cioccolato, alla vaniglia, stracciatella o crema.

E’ perfetto anche da proporre ai bambini come merenda golosa.

 

Pesche ripiene alla piemontese (ricetta della mamma)

Tempo di preparazione

       30 minuti

 

Ingredienti

6 pesche “spaccatelle” di media grandezza

65 g amaretti

35 g di biscotti secchi 

1 cucchiaino di zucchero di canna

3 cucchiaini di cacao amaro

1 paio di cucchiai di  succo di pesca

Per la cottura

2 cucchiaini di burro

2 cucchiai di zucchero di canna

Qualche cucchiaio di succo di pesca.

 

Preparazione

Lavate accuratamente le pesche e tagliatele a metà estraendo il nocciolo.

Scavatele leggermente e mettete la polpa in una ciotola.

Unite amaretti e biscotti secchi pestati o passati nel mixer.

Aggiungete il cucchiaino di zucchero di canna, il cacao e bagnate con il succo di pesca. Deve risultare della consistenza della sabbia bagnata.

Farcite le mezze pesche con il composto e adagiatele nella casseruola unta con il burro.

Cospargete la superficie con i 2 cucchiai di zucchero di canna.

Fatele cuocere a fuoco dolce in una casseruola antiaderente con il coperchio per circa 20 minuti, unendo il succo di pesca.

Oppure cuocete in forno preriscaldato per 30 minuti a 175 gradi.

Lasciatele raffreddare prima di servire.

Servite con il sugo di cottura.

 

Abbinamento al vino

Vi consiglio un Moscato fiori d’arancio, che  richiama i profumi della frutta e dell’estate.

 

Buon appetito a tutte, al prossimo post!